Governo

Svolta sovranista in Senato, Meloni: ‘Leggi italiane prima di norme UE’

Mai più sottomessi all’Europa. Approvato in Senato l’emendamento di Fratelli d’Italia alla legge europea che sancisce la supremazia della Costituzione italiana e delle nostre leggi sulle norme europee. Diciamo basta alle cessioni automatiche di sovranità dell’Italia alla Ue e stabiliamo il principio che, prima di entrare nel nostro ordinamento, le norme europee debbano essere sottoposte ad un vaglio di compatibilità con la difesa del nostro interesse nazionale. La sovranità appartiene al popolo italiano e non alle lobby e ai burocrati di Bruxelles.

È l’annuncio trionfante di Giorgia Meloni, perché trattasi di una clamorosa svolta sovranista che in molti attendevano.

Fratelli d’Italia è riuscita dunque a dare una svolta sovranista alla Legge europea.

È quanto ribadito anche dal Gruppo FDI al Senato con una nota.

L’approvazione di un nostro emendamento, ‘riporta sul giusto piano il rapporto tra le fonti comunitarie e quelle nazionali, restituendo al Parlamento, che rappresenta il popolo sovrano, la titolarità del pieno potere legislativo, oggi sottomesso ai vincoli dell’ordinamento europeo e impropriamente ritenuto superiore e preminente rispetto alla Costituzione’. E, inoltre, ‘a sottopone l’introduzione delle norme europee ad un vaglio di compatibilità con la tutela dell’interesse nazionale, subordinandone il recepimento e l’adozione ad una preventiva valutazione di impatto sui principi e diritti fondamentali della Costituzione italiana’. E’ un voto di portata storica. In questo modo il governo ha accolto una storica battaglia di Giorgia Meloni e di FdI, ribadendo la supremazia della normativa italiana rispetto a quella europea. Adesso ci auguriamo che il governo rispetti questa decisione che rappresenta un’innovazione rivoluzionaria.

Dicono i senatori della Meloni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *